ASH Sneakers Verde Militare Donna Pelle online shopash sandalioutlet SbLldr

SKUXCV9814
ASH Sneakers Verde Militare Donna Pelle online shop,ash sandali,outlet
ash outlet online ASH Donna Scarpe Sneakers , ASH Sneakers Verde Militare Donna Pelle online shop,ash sandali,outlet lush outlet ashton under lyne,outlet moda
Composizione: Pelle
Dettagli: cinturini, tinta unita, zip, punta tonda, tacco a zeppa, zeppa in gomma, interno in tessuto, suola di gomma, contiene parti non tessili di origine animale Misure: Altezza tacco 6 cm

Languages

Centralino da parete
SOLE24

L’altra metà del Sole

Mila Campisi Agosti

In famiglia

La sculacciata è entrata tra i reati perseguibili per legge già nel 1979 in Svezia, seguita poi nel 1983 da Finlandia, Tunisia, Polonia, Lussemburgo e molti altri Stati in tutto il mondo. Ultima nella lista nel 2017 la Francia. Secondo una sentenza della Corte Costituzionale del 1996 anche in Italia genitori e insegnanti hanno il divieto di percuote – e quindi anche sculacciare – i bambini. Sculacciare i bambini è però una pratica ancora diffusa come metodo educativo, dove un genitore si impone, con la forza, nei confronti del minore. Gli studi ne hanno dimostrato l’inutilità. Il più recente (una ricerca americana condotta dall’Università del Michigan e pubblicata sulla rivista “ Child Abuse Neglect ”) ha analizzato un campione significativo ed eterogeneo di 8.300 persone di età compresa tra i 19 e i 97 anni mettendo in luce un dato che dovrebbe far riflettere molti genitori di oggi: gli adulti che da bambini sono stati puniti con maggior severità dei loro coetanei – quasi il 55% degli intervistati ha riferito di essere stato sculacciato, gli uomini più delle donne, senza nessuna differenza di estrazione sociale – sono incorsi più degli altri in disturbi legati a problemi di depressione e bassa autostima fino ad arrivare all’uso di alcol, droghe e persino al tentativo di suicidio. Insomma hanno conosciuto l’ infelicità .

infelicità

E sembra proprio essere questa la parola chiave che dovrebbe portare ad un cambio di atteggiamento. Un caso su tutti: l’organizzazione della famiglia danese . Secondo i dati OCSE, la Danimarca occupa la posizione della nazione più felice al mondo da quasi 40 anni e la famiglia, felice, ne rappresenta il pilastro fondamentale. Ma l’equazione genitore felice = niente sculacciate è la ricetta perfetta? A leggere il libro “Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni” scritto dalle mamme Jessica Alexander (americana) e Iben Sandahl (danese) sembrerebbe proprio di sì. In Danimarca lo stile adottato dai genitori è quello dell’autorevolezza e non dell’autoritarismo. La sculacciata? Inimmaginabile come metodo educativo, anzi è considerato strano e incomprensibile perché i danesi considerano i bambini come persone buone e quindi non meritevoli di violenza. A differenza degli americani loro non considerano i due anni come i terrible two ma come i trodsalder , cioè tappe di passaggio, un momento naturale, da incoraggiare e sostenere. Una visione positiva che si tramuta quindi in un atteggiamento comprensivo.

Menu
La Nuova Tu: Fashion, Vintage, Beauty Photo shooting
La “mia” Venezia in pillole. La Chapelle ai Tre Oci.
agosto 27, 2017 Written by Daniela - Nessun commento

“Come hai trascorso le tue vacanze” era il temutissimo e scontato titolo del tema di rientro a scuola, tanto quanto quello del lunedì durante l’anno (“Come hai trascorso la tua domenica”). Il punto è che le mie vacanze per anni sono state un pò sempre uguali a se stesse (Grado, Grado, Grado, Grado…) e le mie domeniche pure, “parcheggiata” dai nonni.

Con il senno di poi ho rivalutato il senso della noiosa richiesta della mia maestra: aiutare gli alunni a fissare momenti e ricordi nella memoria e a tradurli poi in forma narrativa. Insomma, le basi per imparare a scrivere. Quindi va ringraziata. Una volta, stufa, scrissi semplicemente: “Ho fatto quello che faccio sempre: vado a Grado e sto con i miei nonni”. La piccola protesta di una piccola ribelle al sistama educativo anni ’70 che non solo non mi portò un buon voto, ma fece pure litigare madre e Maestra: la prima entusiasta della precoce capacità di sintesi, la seconda sconcertata dalla mia pigrizia narrativa.

Nei tre giorni di vacanza a Venezia ho fatto e visto un sacco di cose e, ricordando il temutissimo e scontato titolo del tema che ha scandito la mia infanzia, mi accingo a scrivere:

01) una lettera/post che dedico alla Maestra D’Auria della Scuola Elisa Frinta in cui vi racconto della splendida Mostra monografica su David La Chapelle

Tre Oci alla Giudecca la Mostra di La Chapelle

02) una lettera/post per dare il mio franco feedback a Christine Macel, curatore della 57esima Esposizione Internazionale d’Arte , sulla visita ai Giardini in Biennale . Certa che a Christine interessi molto poco, non chiamandomi io Vittorio Sgarbi.

Padiglione Russia. Recycle Group, Georgy Kuznetsov e Andrey Blokhin

03) lista di cose belle che ho amato

Le prime luci dell’alba illuminano Palazzo Ducale. La mia passeggiata preferita poco prima delle 6.

04) qualche pillola per Foodies

Basmati Rice Grilled Prawns, Oriental Bar. Hotel Metropole

05) lista per fashioniste e voglia di unconventional shopping

René Caovilla. Per la Cenerentola al Ballo che è in tutte noi.

Straordinari abiti da cocktail e gran cerimonia, balli e feste a tema a La casa di Loto

Stay Tuned.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Karys Due srl | Via dell’Industria 12/a, Busto Garolfo (MI) | P. IVA 11615670152 | Privacy trattamento dei dati | Tommy hilfiger sciarpa in maglia con pompon removibili bicolore blazer blu navy donnatommy hilfiger scarpe outlettommy hilfiger gigi hadid bikiniItalia shop online KVaGwbWk